martedì 4 dicembre 2012

biografia musicale: Ozzy Osbourne

oggi vi scrivo un documentario su una persona musicale, Ozzy Osbourne.
 Io Ozzy Osbourne non lo sapevo proprio, mi pensavo che era uno che si mangiava il pipistrello invece mi sono documentata e ho capito chi era: era uno della droga che si mangiava il pipistrello. Lui fin dai primi tempi era un drogato professionista, si prendeva la pastiglia,si fumava i puparuoli, si inalava il cemento armato, il parmigiano grattuggiato e altre cose che trovava in giro per strada come sanpietrini, mozziconi, fazzolettini, cid di contestazioni amichevoli inglesi e peli. Dobbiamo dire che lui era un cantante ma la famiglia era povera e quindi lo facevano esibire solo se cantava mangiando un pipistrello così la gente gli dava i soldi a lui e alla famiglia per fargli mangiare anche qualche cosa di altro. Era una famiglia della furbizia.
Ozzy Osborn decise di cantare in un gruppo musicale i Black Sabbat che nessuno si sa spiegare cosa vuol dire questo nome ma io sì:  Sabbat vuol dire ciabbatta proprio quella che Ozzy si voleva mangiare con dentro il pipistrello nero quindi black ma il gruppo glielo impedì visto che il pane costava a quei tempi della povertà e quindi gli fornì solamente il pipistrello. Ecco spiegata l'origine, ma Ozzy disgraziatamente non capiva niente, si faceva la pipì sotto, andava a sbattere dentro a dei pezzi di legno, si spaccava le gengive dentro i pali della luce e i suoi compagni della band lo fecero fuori dicendo che visto che era più drogato professionista di loro se ne doveva andare per non portare tutti i componenti ad andare a finire nei burroni dei lavori pubblici, a dare le testate ai muri, a cacarsi le mutande per colpa della droga nella testa.

Ozzy si rinchiuse vari mesi nel tunnel della sempre più droga poi per non cadere nella povertà e che quindi si poteva mangiare solo il pipistrello decise di fare un nuovo gruppo che si chiamava come a lui ma non smise mai di prendersi i materiali drogati.
Ora Ozzy è vecchio e continua a farsi pipì nella mutanda senza mai smettere ma vedendo le foto possiamo ricordare che era un bel ragazzo quindi come morale del suo documentario voglio dire a tutti i bei ragazzi di non mangiarvi i pipistrelli altrimenti vi fate la pipì nella mutanda e se vi volete drogare con parmigiano evitate la scorza.
ciao e alla prossima biografia musicale, come richiesto da voi nelle vostre numerose lettere postali.

5 commenti:

  1. alejandro do cypressu4 dicembre 2012 10:55

    ozzy era il nonno che c'è in tutti noi, il pippistrello un pò meno

    RispondiElimina
  2. Grimble Gromble4 dicembre 2012 20:23

    Attendo con ansia quella di Burzum !!

    RispondiElimina
  3. http://it.wikipedia.org/wiki/Varg_Vikernes

    RispondiElimina
  4. da poco ho finito di leggere "I pesci non chiudono gli occhi" di Erri de Luca ed ""Era una famiglia della furbizia" pare proprio uscita da un suo libro, bell

    RispondiElimina